ZACCARIA, IL DOP DELLA BARAGGIA

Nel cuore della Baraggia. “Biancocrema” Carnaroli, Rosa Marchetti, Risrus rosso e il nero Otello: è un arcobaleno di varietà e sapori quello offerto dall’azienda agricola Zaccaria, 210 ettari di risaia a Salussola (BI), nel cuore della Baraggia. Una zona da secoli ad altissima vocazione risicola, la cui fertilità è ben rappresentata dai terreni argillosi della cascina Margaria, sede dell’azienda (sito web: www.risozaccaria.com). Qui vengono coltivate varietà storiche della risicoltura italiana come il Vialone Nano, lo “strano caso” del medio da risotto, e il Maratelli (varietà da poco “riscoperta” e qui proposta con una lavorazione che ne ricalca gusto e aspetto di un secolo fa) ma anche risi colorati come i rossi Red e Risrus e il nero Otello, inconfondibili per aspetto e sapore e ricchi di sostanze antiossidanti.

Certificazione DOP. Tutti i risi Carnaroli, Arborio e S. Andrea prodotti dalla cascina Margaria hanno la certificazione DOP Riso di Baraggia Biellese e Vercellese: una garanzia non solo della provenienza geografica del prodotto, ma anche degli elevati standard di qualità raggiunti dallo stesso. I risi di Baraggia Biellese e Vercellese DOP sono perfetti per la realizzazione di alcuni dei piatti più peculiari della cucina piemontese, tra i quali la panissa, storico risotto con fagioli e salsiccia tipico della provincia di Vercelli. Si fregia della certificazione DOP anche il riso Gladio prodotto dall’azienda agricola Zaccaria, con la sua grana lunga ideale per contorni, insalate e sfiziosi piatti etnici.

Riso e gallette bio. Più di 13 ettari della cascina Margaria sono coltivati in agricoltura biologica, senza l’utilizzo di prodotti chimici e di sintesi. Tra i prodotti organici dell’azienda agricola Zaccaria possiamo trovare il riso tondo Selenio, ideale per le minestre ma anche per il sushi giapponese, il Rosa Marchetti, disponibile sia bianco sia integrale e con il quale vengono realizzate gustose gallette bio, e il Gladio, riso lungo anch’esso sia bianco sia integrale. Nel 2017 in rotazione colturale su parte delle risaie bio l’azienda ha intrapreso coltivazioni di Mais Belgrano Biologico (per gallette e farina da polenta) e di Canapa Sativa da seme (Cannabis Sativa L. varietà Felina 32). Per la canapa è un ritorno al passato, visto che tale pianta nei secoli scorsi era una cultura tipica delle cascine piemontesi grazie alle sue caratteristiche di diserbante naturale.

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.