SOMMELIER? DEL RISO!

Strada del Riso Vercellese di Qualità presenta i nuovi corsi “Sommelier del Riso”. Nascono in collaborazione con Acquaverderiso, società specializzata nella formazione sull’analisi sensoriale applicata al riso. Sono tre le date previste a Vercelli nella primavera 2022 per i corsi finanziati dalla Regione Piemonte attraverso la misura 3.2 del PSR 2021.

Come funziona

«La prima data del 5 marzo è già sold out e restano disponibili le date di sabato 2 aprile e sabato 4 giugno» spiega Dario Bertoli, Segretario Strada del Riso e addetto all’organizzazione dei corsi, che si dice soddisfatto dei risultati raggiunti: «Nonostante il biennio di restrizioni i corsi continuano a suscitare interesse e sono sempre più numerosi gli iscritti che giungono da ogni parte d’Italia: il 5 marzo avremo anche due iscritti da Parigi». Il corso si svolge in un’unica giornata, dalle 9 alle 18, con un’ora di pausa pranzo. La mattina è dedicata alla cultura del riso, con una panoramica sulla risicoltura nel mondo e più nello specifico in Italia, e con accenni di storia della risicoltura a cura di Massimo Biloni, agronomo ricercatore.

Anche un pizzico di diritto

Si affronta la tematica riso anche dal punto di vista legislativo, con la nuova classificazione europea che ha sostituito nel 2017 la precedente denominazione Comune, semifino, fino e superfino, a seguito della riforma legislativa del mercato interno del riso, con il decreto legislativo 131/2017. A raccontare l’evoluzione dei risi in base ai gusti dei consumatori, i diversi tipi di riso e i loro usi in cucina sarà Valentina Masotti, autrice del blog “Ricette e Racconti di Riso” e del Libro del Riso Italiano, Cairo Editore, scritto insieme a Massimo Biloni e Paolo Massobrio. (Nella gallery, Massimo Biloni e Davide Gramegna, nella prima foto, e alcuni momenti del corso)

Il pomeriggio è condotto da Davide Gramegna, co-fondatore Acquaverderiso, ed è dedicato all’acquisizione delle informazioni di base sull’analisi sensoriale applicata al riso e all’approfondimento della psico-fisiologia della percezione, nonché dello studio dei sensi e delle soglie di percezione. In pratica un vero e proprio laboratorio che prevede l’addestramento dei giudici, con una prima fase di apprendimento sulle etichette semantiche e tre successivi test: l’analisi discriminante, un test di analisi descrittiva e infine la realizzazione di un panel test sul riso cotto.

Cosa offre il corso

Il corso permette di acquisire anche le informazioni di base sul riso, gli effetti del terroir e delle lavorazioni sul prodotto finale e le diverse applicazioni possibili di analisi sensoriale. Tutti questi aspetti verranno riassunti all’interno di un esame finale di abilitazione che, se superato, permetterà di conseguire il Diploma di Sommelier del riso. Il titolo dà accesso ad attività costanti di aggiornamento e analisi, nonché il supporto nello sviluppo di proprie attività professionali ed applicative per diversi settori, non solo per chi si dedica alla risicoltura, ma anche per chi lavora in ambito commerciale e di marketing. Grazie ai contributi regionali, la quota di partecipazione è ridotta a 100 euro a persona, con una riduzione del 50% per gli Associati alla Strada del Riso Vercellese e per soggetti associati ad una delle Strada del Vino e dei Sapori Piemontesi.

Ulteriori informazioni sui costi, sulle modalità di iscrizione e informazioni di tipo logistico sono disponibili sul sito della Strada del Riso Vercellese di Qualità all’interno dell’area Blog.

La Strada del Riso vercellese di qualità è un’associazione di promozione del riso e del  territorio vercellese riconosciuta dalla Regione Piemonte. Dal 2019 è capofila di importanti azioni di promozione nazionali ed internazionali attraverso la misura 3.2 del PSR regionale. (IP)

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.