RISOTTO DESA

Hai ospiti a cena e vorresti sorprenderli con una ricetta facile e veloce di un primo piatto delizioso e colorato? Gerardo De Santo, in arte GJ Desa, sommelier del riso, collaboratore di Acquaverderiso e cuoco per passione, ha ideato il risotto perfetto per ogni occasione: risotto con zafferano, tartare di tonno al cedro e polvere di caffè.

Il giallo conferito dai pistilli di zafferano abbinato al marroncino della polvere di caffè e ai fiori edibili trasformano il risotto in una tavolozza di colori e sapori ben equilibrata. Ad ogni boccone si sentirà la freschezza del cedro mista alla sapidità del pregiato tonno rosso.

Come preparare il risotto con zafferano, tartare di tonno al cedro e polvere di caffè

Consideriamo per la preparazione le dosi per due persone.

Per il liquido di cottura occorrono:

1, 5 lt brodo (ottenuto con carota, sedano, cipolla ed una coscia di gallina)

10 g di sale grosso

Per il riso:

180 grammi di Riso Goio Sant’Andrea di Baraggia

30 ml di vino bianco

2 g pistilli di zafferano

150 g di filetto di tonno rosso

1 cedro

Polvere di caffè Vergnano tostato q.b.

40 g Parmigiano Reggiano ( 27-30 mesi) q.b.

20 g Burro di ottima qualità (preferibilmente molto freddo, quindi mettiamolo in freezer almeno 1 oretta)

Mentre mettiamo a bollire il brodo per almeno 30 minuti ci dedichiamo alla preparazione della tartare: tagliamo il filetto di tonno a dadini, mariniamolo con cedro spremuto, scorzette, olio evo, sale e pepe. Con un coppapasta di 6 cm di diametro creiamo due torrette che poniamo in frigo per 15 minuti circa a marinare.

Intanto immergiamo i pistilli di zafferano in poca acqua tiepida e passiamo a dedicarci al riso.

A fiamma alta in una padella a bordi alta tostiamo il riso a secco ( cioè senza olio o burro), saltiamolo e sgraniamolo con le dita finché i chicchi non saranno traslucidi e scotteranno al tatto. Sfumiamolo col vino lasciando evaporare la parte alcolica e gradatamente bagniamolo con il brodo fino ai canonici 14-15 minuti ( il chicco dovrà risultare al dente). A metà cottura aggiungiamo lo zafferano.

Nel frattempo tostiamo per un paio di minuti la polvere di caffè e teniamola da parte.

A fuoco spento mantechiamo il riso con burro freddo e parmigiano, lasciamo riposare 2 minuti e successivamente riprendiamo la mantecatura aggiungendo-se necessario- un po’ di liquido di cottura.

Raggiunta la consistenza desiderata, impiattiamo: battiamo con il palmo della mano sotto il piatto per far distendere il riso uniformemente, adagiamoci la torretta di tartare di tonno e spolveriamo con la polvere di caffè tostata.  Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci su Facebook, collegati alla nostra pagina .

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.