LA FARINA DI RISO

Riso, frullatore e forno: ecco come fare la farina di riso a casa
La farina di riso bianco lavorato
La farina di riso bianco lavorato

La farina di riso, essendo il riso naturalmente senza glutine, è molto richiesta dagli intolleranti. Si tratta di una farina molto indicata in generale per diversificare l’apporto di cereali, fornendo una valida alternativa alla classica farina di frumento, da abbinare in varie preparazioni, per esempio, alla farina di mais. Inoltre, ha ottime proprietà nutritive, come l’alto contenuto di carboidrati complessi, sali minerali e proteine.

Come preparare la farina di riso a casa

Per preparare la farina di riso in casa dobbiamo, per prima cosa, triturare il riso. Il procedimento può essere applicato a qualunque varietà di riso lavorato (Tondo, Medio, Lungo A e Lungo B). Abbiamo bisogno di un frullatore dalle lame resistenti, poiché deve resistere alla durezza dei chicchi. Se scegliamo un riso integrale (sia bianco che nero che rosso) naturalmente la durezza aumenta e di conseguenza il tempo di lavorazione. Scegliendo il riso integrale la farina sarà meno bianca, mentre avrà colorazioni rosso-violacee per i risi pigmentati.

In generale, se vogliamo ammorbidire il riso prima di triturarlo, possiamo metterlo in ammollo in acqua tiepida per circa 3-5 ore. Sicuramente dobbiamo poi assicurarci di scolarlo bene e lasciarlo riposare su un panno, per fargli perdere l’umidità residua. Frulliamo quindi il riso fino a ottenere la farina (meno fine, come semola, potrà essere usata per la polenta, oppure, più fine, come la classica farina). Concludiamo la preparazione infornando la farina alla temperatura minima (non deve né cuocere né bruciare) controllando che si asciughi totalmente.

Pasta fresca

Se per la preparazione delle frolle la farina di riso non ha bisogno di essere miscelata con altre farine, per la preparazione della pasta fresca abbiamo bisogno di ricorrere a un altro ingrediente. Disponiamo la farina di riso a fontana e lavoriamola con le mani con uova (1 ogni 100 grammi di farina), acqua e latte (più sale a piacere) fino a ottenere un panetto morbido. Sempre ogni 100 grammi di farina di riso aggiungiamo quindi una patata bollita (circa 80-100 grammi) schiacciata con la forchetta. Lavorando il tutto con il mattarello otterremo la pasta fresca della giusta consistenza. Autore: Giulia Varetti

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
Tecnica in cucina
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI