RISOTTO MONTANARO PER IL PRANZO DELLA DOMENICA

Un piatto perfetto per il pranzo della domenica: risotto montanaro al ragù di quaglia
Risotto montanaro al ragù di quaglia
Risotto montanaro al ragù di quaglia

La ricetta che vi proponiamo è tipica delle zone di montagna e perfetta per il clima autunnale: risotto montanaro al ragù di quaglia, ideata dall’appassionata di food e cuoca  a domicilio Floriana De Sio, che condivide le sue straordinarie creazioni sul blog La passione del gusto.

Le carni delicate e tenere della quaglia arricchiscono di sapore il piatto rendendolo unico ed eccezionale, ideale per una proposta di menu rustico ma dal tocco raffinato. Con una preparazione all’incirca di un’oretta e mezza ed un costo medio, farete contenti tutti. Come? Vediamolo subito!

Come fare il risotto montanaro al ragù di quaglia

Considerando dosi per 4 persone occorrono:

320 g di riso Arborio

500 g di pomodori pelati

5 quaglie

2 scalogni

1 noce di burro

10 foglie di salvia

75 g di formaggio Grana grattugiato

Brodo di carne q.b.

½ bicchiere di vino bianco secco

Olio EVO, sale e pepe q.b.

Disossiamo le quaglie separando i petti dalle cosce. A seguire andiamo a disossare anche le cosce di sole 3 quaglie e a lavorare quelle rimaste liberando un po’ l’osso con un coltellino. Tagliamone la polpa a pezzettini e versiamola in padella dove avremo già fatto rosolare lo scalogno, affettato finemente, con un filo di olio EVO ed un pezzettino di burro. Facciamole rosolare per 10-15 minuti circa. Ci uniamo il pomodoro e mescoliamo bene. Regoliamo di sale e pepe ed infine le sfumiamo con il vino bianco lasciando evaporare la parte alcolica. Poi facciamo cuocere il ragù per un’oretta, mescolando di tanto in tanto.

Intanto, in una padella antiaderente facciamo appassire lo scalogno tritato. Uniamoci il riso, tostiamolo per un paio di minuti e sfumiamolo con il vino (lasciando sempre evaporare l’alcool). A questo punto portiamolo in cottura incorporandoci poco alla volta il brodo caldo, che avremo già preparato e mantenuto bollente.

A chicco al dente, fuori dal fuoco, mantechiamo energicamente con 50 g di burro freddo e il formaggio grattugiato. Aggiungiamoci il ragù, amalgamiamo bene il tutto e serviamo ancora caldo. Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI