THAIBONNET

Riso dal chicco aghiforme, simile per consistenza e forma ai risi asiatici. Perfetto per insalate di riso, contorni e piatti internazionali

La varietà Thaibonnet è un riso lungo B. E’ commercializzato con il suo nome e quello del gruppo lungo B, come prescrive la legge del mercato interno. Presenta un chicco lungo, molto affusolato, cristallino. Nonostante il nome evochi una provenienza asiatica, quella del Thaibonnet è una varietà di riso californiana, introdotta in Italia alla fine degli anni ’80. A essere “asiatica” in questo riso è la forma del chicco, quasi aghiforme, come si conviene a un riso Indica, e le caratteristiche uniche (consistenza, ricchezza di amilosio) che gli conferiscono un’ottima tenuta di cottura. Il Thaibonnet viene utilizzato in cucina per contorni, antipasti, insalate di riso, riso pilaf e piatti della tradizione indiana e asiatica.

Tempi di cottura
12 minuti per il riso bollito.
In caso di utilizzo di riso parboiled, attenersi ai tempi di cottura indicati sulla confezione.

Iscrizione al registro nazionale: 1992
Responsabile conservazione in purezza: C.A.P. Vercelli, E.N.R., Lugano Leonardo s.r.l., Sa.Pi.Se., S.I.S., Bertone Sementi s.p.a.

Cariosside
Lunghezza: 7,2
Rapporto lunghezza/larghezza: 3,4
Colore pericarpo: bianco
Classificazione UE: lungo B

Caratteri merceologici
Perlatura: cristallino
Aroma: non aromatico
Endosperma: tipo non glutinoso
Amilosio: alto

Dati agronomici
Dose semina: 180 kg/ha
Epoca di semina: fino al 30/04
Tolleranza all’allettamento: elevata
Tolleranza alla Pyriclularia oryzae: discreta
Tolleranza alla Bipolaris oryzae: buona
Capacità produttiva: elevata
Adattabilità alla semina interrata: discreta
Livello di fertilità richiesta: elevata
Tolleranza al freddo in fase germinativa: mediocre
Tolleranza al freddo in fioritura: mediocre
Cultivar di riferimento: —–

Categorie
Varietà di riso
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI