RISO E MIRTILLI A VIGNARELLO

Questa è la stagione della raccolta dei mirtilli e il riso di Vignarello si trasforma nel classico risotto mirtilli e speck
risotto mirtilli e speck dell'Agriturismo Vignarello
Risotto mirtilli e speck dell'Agriturismo Vignarello

“Riso e mirtilli a Vignarello” è l’esperienza che le guide turistiche abilitate di Ricexperience, specializzate nel mondo del riso, propongono in collaborazione con l’Agriturismo Vignarello e con il portale di esperienze enogastronomiche ItaliaDelight nella stagione di raccolta dei mirtilli.

A Vignarello si producono riso Carnaroli e tanti, davvero tanti, mirtilli e piccoli frutti! E tra lo scorso luglio e questo inizio agosto nel mirtilleto è stato davvero un boom di produzione!
Dagli anni 2000 l’antico cascinale di famiglia si è trasformato in agriturismo: le camere nella casa delle mondine, la prima sala ristorante nella stalla, il laboratorio di trasformazione, confezionamento ed etichettatura nella casa padronale. Tutto intorno, riso e mirtilli, coloratissimi in questi mesi!

Un’esperienza a Vignarello inizia con la passeggiata tra le risaie, che in questi giorni sono in fiore. Dopo una piccola pausa per assaggiare i nettari e le confetture di piccoli frutti prodotti in loco, dal mondo del riso si passa a quello dei mirtilli: centinaia di piante nel mirtilleto “storico” e altrettante nel mirtilleto “giovane” producono frutti coltivati senza l’uso di alcun tipo di prodotto chimico. Ciò che nasce nel frutteto e nell’orto è poi utilizzato nel ristorante dell’agriturismo o nel laboratorio di trasformazione.

Nella stagione della raccolta dei mirtilli, qui il risotto mirtilli e speck è un must.

Come preparare il risotto con mirtilli e speck

Considerando dosi per 4 persone, occorrono:

320 gr di riso Carnaroli

40 gr di speck

50 gr di mirtilli freschi

1 bicchiere di vino bianco o rosso a piacere

Brodo vegetale q.b.

Burro e grana grattugiato q.b.

Iniziamo a preparare il brodo vegetale: in una pentola mettiamo a bollire per circa un’ora 1l di acqua con una cipolla piccola, una costa di sedano e una carota. Filtriamo il tutto e teniamolo da parte.

Laviamo i mirtilli freschi. Tagliamo a striscioline sottilissime lo speck e facciamolo cuocere per qualche minuto in una padella antiaderente con un filo d’olio finché non sarà croccante.
Mettiamo -per ogni piatto- un cucchiaino di grana grattugiato su un foglio di carta da forno ed inforniamolo per qualche secondo fino ad ottenere una piccola cialda.
Tostiamo il riso per 2 minuti e sfumiamolo con il vino lasciando evaporare l’alcool. Man mano aggiungiamo il brodo vegetale filtrato e portiamo il Carnaroli in cottura.
A metà cottura uniamo lo speck e i mirtilli (schiacciandoli leggermente con il cucchiaio di legno per far uscire il succo) conferendo il caratteristico colore viola al piatto.
Qualche minuto prima di togliere il risotto dal fuoco aggiungiamo l’ultima manciata di mirtilli, in modo che restino interi.
A fiamma spenta mantechiamo con burro e grana grattugiato. Per tenerlo morbido eventualmente aggiungiamo ancora un po’ di brodo.
Impiattiamo versando il risotto e decorandolo con mirtilli freschi e con la cialda di grana.
Buon appetito! Autore: Giulia Varetti
Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram e Linkedin.
Categorie
News



oppure


ARTICOLI CORRELATI