CARBONARA RISOTTATA

Un ghiotto primo piatto: risotto alla carbonara, ideato e preparato dallo chef Claudio Autiero
Risotto alla carbonara
Risotto alla carbonara

Nato in provincia di Napoli, alle pendici del Vesuvio, il ventisettene Claudio Autiero ha scoperto sin da piccolo una forte passione per i fornelli. La passione poi nel corso degli anni si è trasformata in lavoro, dopo aver frequentato l’istituto alberghiero ed avere acquisito competenze culinarie seguendo corsi specifici. Amante della cucina tradizionale, non rinuncia in alcuni piatti ad aggiungere un tocco creativo rivisitando i classici della cucina, come la carbonara. Siamo infatti abituati generalmente a vedere la pasta alla carbonara, ma avete mai provato il risotto alla carbonara?

Il procedimento rimane invariato, ma porterete a tavola un trionfo di gusto, un primo piatto cremoso e goloso.  Il segreto sta innanzitutto nella scelta di ingredienti di prima qualità, a partire dal riso: il Carnaroli è senza dubbio il più indicato per ottimi risotti. A fare la differenza, inoltre, è la cremina da creare con l’uovo e il pecorino. Passiamo allora a vedere nel dettaglio come realizzare questa leccornia.

Come fare un buon risotto alla carbonara

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 gr di riso Carnaroli

160 gr di guanciale

Brodo vegetale q.b.

1 bicchiere di vino bianco

4 tuorli

200 g di pecorino

1 noce di burro

Pepe nero q.b.

Prima di tutto mettiamo a bollire l’acqua con sedano, carota e cipolla. Appena il brodo sarà pronto, filtriamolo e manteniamolo caldo.

Tagliamo il guanciale a tocchetto di circa 1 cm e facciamolo sudare in padella a fuoco lento finché non risulterà bello croccante. Nel grasso rilasciato facciamo tostare il riso. Sfumiamolo con il vino bianco e lasciamo evaporare la parte alcolica. A questo punto portiamo il Carnaroli in cottura incorporandoci poco alla volta il brodo caldo.

Nel frattempo prepariamo una cremina con metà del pecorino e le uova.

Dopo circa 13 minuti di cottura del riso, spegniamo la fiamma e mantechiamolo con il pecorino restante e il burro freddo. Infine aggiungiamo la “pastella” di uova e pecorino e continuiamo a mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa. Impiattiamo ed ultimiamo ogni portata con i tocchetti di guanciale croccante e del pepe nero macinato. Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI