PISTACCHIOTTO

Un delizioso risotto con crema di pistacchi, fichi essiccati e granella di pistacchio tostato
Risotto con crema di pistacchi e fichi
Risotto con crema di pistacchi e fichi

È ben noto l’uso della frutta stagionale per creare degli straordinari risotti, un’ottima idea per poter giocare con i contrasti di sapori e in particolare con la sapidità del formaggio in fase di mantecatura. Avete mai provato, ad esempio, il risotto con la crema di pistacchi e fichi essiccati e mantecato con il Parmigiano Reggiano?

Ideato dall’appassionata di food  Mariella Sinatra, conosciuta sui social con le “La cucina di Mariella” e “Un mondo a tavola”, è un primo piatto dalla doppia consistenza: il cuore cremoso infatti incontra la croccantezza in superficie della granella di pistacchio tostato, che aggiunge un’ulteriore nota di gusto. Semplice e veloce, è un piatto ben equilibrato: il tocco salato del pistacchio è bilanciato da quello zuccherino dei fichi in una perfetta amalgama. Curiosi di scoprire la ricetta? E allora allacciate i grembiuli, andiamo ai fornelli!

Come fare il risotto con crema di pistacchi, fichi essiccati e granella di pistacchio tostato

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 g di riso Carnaroli

Brodo vegetale q.b.

1 scalogno

Sale e pepe q.b.

50 ml di vino bianco

150 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

200 g di pistacchi naturali

Röstzwiebeln q.b.

Prepariamo il brodo vegetale e intanto che bolle ci dedichiamo alla crema di pistacchi. In un pentolino facciamo sbollentare i pistacchi per 1-2 minuti, poi li scoliamo e laviamo sotto l’acqua fredda. Li spelliamo singolarmente e li mixiamo con un goccio di acqua calda ed un filo di olio fino ad ottenere una consistenza cremosa.

In una padella antiaderente tostiamo il riso a secco per un paio di minuti. Lo sfumiamo con il vino bianco lasciandone evaporare la parte alcolica, poi lo bagniamo man man con il brodo vegetale caldo. Regoliamo di sale se necessario. A pochi minuti dal termine della cottura ci uniamo la crema di pistacchi e amalgamiamo bene.

A chicco al dente, fuori dal fuoco, mantechiamo energicamente con il formaggio grattugiato ed un filo di olio EVO. Lasciamo riposare il risotto e a seguire ultimiamo ciascuna portata con foglie decorative, Röstzwiebeln e granella di pistacchio tostato. Serviamo e buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI