GOTICO E GORGONZOLA!

Una Ricexperience tra risaie, gotico e gorgonzola, quella proposta dalle guide turistiche alla SS.Trinità di Momo, nel Novarese
Ricexperience: la SS.Trinità di Momo
Ricexperience: la SS.Trinità di Momo

Le guide turistiche abilitate ci continuano a condurre tra i luoghi d’arte in una Ricexperience tra risaie, gotico e gorgonzola. Questa volta da Novara ci spostiamo verso il Lago d’Orta e poco dopo il centro di Momo, lungo uno dei tracciati della Via Francigena, incontriamo un vero e proprio gioiello affrescato. Ecco il Santuario della SS.Trinità. Ed ecco un curioso abbinamento a tema “risotto”.

La SS.Trinità di Momo

Tra gotico e gorgonzola, partiamo dal gotico. Definirla “gioiello affrescato” non è un’esagerazione. La piccola chiesa, che risale all’XI secolo e poi ampliata, all’esterno è semplice, con resti di pochi affreschi dove spiccano San Giulio d’Orta e un enorme San Cristoforo, protettore dei viandanti. All’interno, però si resta davvero a bocca aperta. L’intera superficie dell’oratorio è infatti affrescata, anche sui due arconi a sesto acuto che sostengono il tetto. Entrare alla SS.Trinità è fare un tuffo nella pittura tardo gotica della fine del XV secolo. Come in un coloratissimo fumetto, si legge per immagini la cosiddetta Biblia Pauperum con 30 riquadri della vita di Cristo. Il tutto dominato dalla Trinità nel catino absidale e da un Giudizio Universale sul primo arcone. Qui, un vero calderone accoglie i dannati! (Segue dopo la foto)

Ricexperience: la SS.Trinità di Momo

Ricexperience: la SS.Trinità di Momo

Non mancano dei veri e propri enigmi, dovuti alla scelta di episodi dell’infanzia di Gesù tratti dai Vangeli apocrifi. Gli studiosi dibattono anche su un riquadro dove Gesù sta predicando a un gruppo di donne, tra cui una giovane dai lunghi capelli biondi: si tratta probabilmente della Conversione della Maddalena.

Siamo di fronte a un’opera completa della bottega dei Cagnola, capeggiata da Tommaso e molto attiva sul territorio tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo. Buona parte dell’esecuzione è probabilmente dei figli Giovanni e Francesco, mentre resta dubbia l’opera del figlio Sperindio, famoso per essere diventato collaboratore di Gaudezio Ferrari. Elementi riconoscibili dei Cagnola sono i pavimenti a ciottoli tondi rossi e la decorazione damascata degli abiti dei personaggi. I capelli poi sembrano bagnati e le aureole hanno tratti definiti “a orecchie di topo”.

In una piccola cappella esterna, appoggiata all’abside, un affresco della Madonna del Presepe del XV secolo è oggetto di devozione popolare. Accanto all’oratorio, un edificio rustico seicentesco era l’abitazione di un eremita, autorizzato alla questua, che custodiva la chiesa. (Segue dopo la foto)

Ricexperience: il risotto al gorgonzola

Ricexperience: il risotto al gorgonzola

Risotto al gorgonzola

La Ricexperience tra le risaie di Momo unisce in modo armonico arte, riso e gorgonzola. Siamo in una zona ricca di produttori di questo formaggio, simbolo del Novarese. Diversi produttori, dalla chiesa della SS.Trinità sono raggiungibili davvero in pochi minuti. Riso e gorgonzola hanno tantissimi abbinamenti, come nella ricetta del risotto gorgonzola e zucca, in quella del risotto gorgonzola e pere o in quella, più colorata del risotto gorgonzola e barbabietola. Questo gioiello affrescato di Momo si presta quindi anche a una gustosa gita fuori porta! Autore: Giulia Varetti

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
Non solo risotto
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI