ANCORA SUSHI, MA VEGANO!

Ecco una ricetta leggera e colorata: il sushi vegano fatto in casa
Il sushi vegano di Chef Coletta
Il sushi vegano di Chef Coletta
Torniamo a parlare di sushi, ma questa volta di sushi vegano. A proporci questa ricetta è chef Renato Coletta, abruzzese che oggi dalla cucina è passato alla macelleria. Nonostante questo, la ricerca di gusti e abbinamenti di ingredienti, lo impegna nella sperimentazione: da qui nasce “L’orto nel sushi”, una ricetta che si adatta perfettamente alle esigenze di chi ha scelto un’alimentazione vegetariana e vegana.

Come preparare a casa il sushi vegano

Ingredienti per 4 persone:
600g di acqua
30g di zucchero
15g di sale
80g di aceto di riso o di mele
un peperone
2 fogli di alga
una zucchina
un avocado
80g di spinaci in foglia
due carote
un cetriolo
mezzo mango
una costa di sedano
Per preparare il nostro sushi vegano iniziamo dalla preparazione del riso. Sciacquiamo il riso 5/6 volte, fino a quando l’acqua non sarà pulita. Mettiamo quindi il riso in una pentola, aggiungiamo 600gr di acqua e lasciamo cucinare a fuoco basso per 15 minuti con un coperchio. Non mescoliamo mai il riso in questo tempo. Prepariamo in un pentolino aceto, sale e zucchero e mettiamo sul fuoco: appena si saranno sciolti zucchero e sale, spegniamo il fuoco. Uniamo il composto nel riso cotto, mescolando delicatamente con una spatola per evitare la rottura dei chicchi. Tagliamo quindi le verdure a listarelle.
Quando il riso sarà freddo, disponiamo l’alga nori sul tappetino di bambù, con il lato più ruvido e opaco rivolto verso l’alto. Disponiamo il riso su tutta la superficie dell’alga, lasciando libera una striscia di circa 2 cm che servirà a sigillare il maki. Una volta che il riso sarà appiattito bene su tutta la superficie, collochiamo le verdure nella parte centrale. A questo punto, ci siamo: bagniamo leggermente la striscia senza riso, arrotolando quindi il maki con il tappetino di bambù. Esercitiamo una leggera pressione con le mani perché si compatti al meglio il riso. Una volta ottenuto il rotolo, tagliamo gli uramaki. Le verdure possono essere cotte o crude. Chef Coletta suggerisce, in particolare, di marinare gli spinaci con sale, lime e olio, per dare un gusto riconoscibile e delicato. Autore: Giulia Varetti
Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.
Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI