IL CARNAROLI VA IN CROCIERA

Il Carnaroli sarà uno degli ingredienti nel menu del tour per le Baleari a bordo della Costa Fortuna, che salperà dal porto di Genova il 31 maggio
Panissa vercellese
Panissa vercellese

Un tour tra le isole Baleari di 7 giorni a bordo della Costa Fortuna, una delle più grandi navi della compagnia di navigazione italiana Costa Crociere. Il transatlantico salperà dal porto di Genova il 31 maggio con circa 3.500 ospiti di diverse nazionalità, che potranno assaggiare i piatti della tradizione piemontese.

Tra gli ingredienti al centro del menu ideato “Risaie e monti” un grande protagonista: il riso vercellese Carnaroli. A sostenere il progetto turistico e gastronimico Carlo Barbano, presidente dell’associazione PromoTerritorio, l’Ascom, il Comune (rappresentato dall’assessora Daniela Morta) e gli assessori regionali all’Agricoltura e al Turismo.

Al timone della cucina Stefano Fontesi, corporate chef di Costa Crociere, che ha dichiarato: «La Costa è l’unica compagnia italiana nel settore ed è ambasciatrice della cucina italiana nel mondo. Nel 2015 abbiamo iniziato con i menù regionali, che ora saranno integrati con la proposta piemontese: partirà con una sola serata, ma stiamo pensando di raddoppiare. Il risotto è uno dei piatti preferiti dai clienti e noi lo prepariamo seguendo la tradizione usando il Carnaroli».

Tra le possibili proposte gastronomiche potrebbe esserci la panissa, già servita a bordo di una delle navi della Costa Crociera 2 anni fa con grande successo.

Come ha annunciato Carlo Barbano: «E’ dal 1985 che la Costa Crociere realizza menù regionali a bordo e per la prima volta su una nave da crociera proporremo un menù piemontese. Ci saranno anche angoli sulla nave nella quale verrà citata la nostra terra con traduzione nelle principali lingue mondiali».

«Una grande opportunità-ha concluso Daniela Morta- per far conoscere anche la nostra regione e la città di Vercelli. L’obiettivo è quello di far partire delle vere e proprie gite per promuovere il turismo nel nostro territorio». Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci su Facebook, collegati alla nostra pagina .

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI