IL FUTURO SULLA STRADA DEL RISO

Si è svolta in digitale, lo scorso lunedì 22 febbraio, l’assemblea della Strada del Riso Vercellese di Qualità. Sentendo la parola “assemblea” quasi automaticamente si immaginano le noiose o litigiose riunioni condominiali. Tutt’altro: è stato un incontro appassionato ed entusiasmante!

L’associazione, presieduta ora da Massimo Biloni, raccoglie ad oggi 106 associati. I 40 soci presenti alla riunione hanno svolto le formalità amministrative d’obbligo, con la chiusura del bilancio in positivo (approvazione del verbale precedente, del rendiconto consuntivo 2019 e 2020 e del preventivo 2021 con l’approvazione delle quote associative invariate). Il punto successivo sono state le attività svolte nel 2020 e la programmazione del 2021. Biloni ha sottolineato quanto il direttivo abbia lavorato nonostante il  periodo abbia costretto a rimodulare alcune iniziative. Il direttivo è ora rinnovato con l’ingresso di Matteo Musso, risicoltore e rappresentante del Consorzio del riso DOP di Baraggia.

Coltivare valori, persone ed economie del territorio con il buon riso

Con le competenze di Dario Bertoli e l’aiuto della giovane segretaria Alice Leonardi, recentemente assunta dall’associazione, si è realizzato un nuovo sito web della Strada del Riso, con le proposte del territorio e delle aziende degli associati. Il presidente ha inoltre annunciato la conferma da parte della Regione Piemonte del contributo alla Strada in qualità di capofila per il recente bando PSR che è stato presentato.

Edoardo Rosso, membro del direttivo e moderatore dell’assemblea, ha poi ricordato quanto le attività della Strada del Riso si siano ampliate, nonostante le difficoltà del periodo, grazie alle possibilità offerte dalla formula dei webinar. Utenti collegati da tutta Italia e spesso anche dall’estero, sono stati letteralmente accompagnati in risaia, a visitare in streaming video le diverse realtà aziendali, museali e naturalistiche del territorio. Un investimento che è stato possibile grazie ai bandi vinti e al PSR ma che ha ottenuto una visibilità sui social e un coinvolgimento attivo da parte degli associati nel raccontarsi.

Dario Bertoli, già presidente e ora nel ruolo di coordinatore, ha riassunto con una presentazione per immagini le diverse attività promosse e realizzate nel corso del 2020. A luglio è iniziato il primo corso di analisi sensoriale applicata al riso (ne seguiranno altri) curato da AcquaVerdeRiso e al quale hanno partecipato 10 persone. Un’opportunità gratuita per gli associati e a pagamento per gli esterni.

“Tra il dire e il fare…”, non c’è più in mezzo il mare

Tra le azioni strategiche Biloni sottolinea l’appoggio ai ristoratori e a quelle categorie più in sofferenza per gli effetti della pandemia. L’intenzione è di sviluppare con loro delle esperienze di valorizzazione del prodotto riso attraverso dei momenti di incontro-formazione-degustazione di qualità avvicinando pubblici curiosi e non. Le Rice&Wine Tasting Experience®, esperienze di degustazione guidata vino&riso che la Strada del Riso insieme a I Vini del Piemonte sta ideando, possono essere un’opportunità di promozione e fare rete con le Strade del vino. Un obiettivo strategico proposto dall’assessore Protopapa della Regione Piemonte è rilanciare i “Distretti del cibo”, riunendo la filiera di prodotti e collegando le diverse aziende sul territorio.

A settembre, con la Federazione delle cinque Strade piemontesi del vino e prodotti agroalimentari di qualità, e in particolare con i colleghi delle Langhe, si è sospesa per il lockdown l’attività di promozione del riso prevista a Copenaghen all’interno del bando PSR ma sarà recuperata appena possibile attraverso l’ospitalità dei buyer, influencer e giornalisti danesi sul nostro territorio. Altra iniziativa di successo è stata “Conosciamo il nostro Piemonte”, costituita da due giornate di formazione e scambio tra il Vercellese e le Langhe, il 7 settembre a Diano d’Alba e Barolo e il 5 ottobre a Vercelli. La Strada ha ospitato 24 rappresentanti da tutto il Piemonte per una “verticale di riso” della Vecchia Brenta e per scoprire la città con il coinvolgimento di guide turistiche come Antonietta Matturro e aziende risicole come Riso Margherita di Desana.

Tra reale e virtuale

La seconda conferenza della Strada della promozione è stata realizzata, a fine settembre, all’interno di Raccolti Festival, nel cortile di San Pietro Martire a Vercelli. L’evento ha visto la partecipazione in videoconferenza da Bergamo di Roberta Garibaldi, nota docente di turismo enogastronomico in Italia. Un ricco parterre di associati e amici di Strada ha inoltre raccontato l’impegno sul territorio, tra sinergie virtuose e prospettive di crescita.

Purtroppo l’atteso appuntamento alla Fiera internazionale del tartufo ad Alba per il 4° anno consecutivo è stato compromesso dalle restrizioni pandemiche. La fiera è stata ridotta ai soli primi tre fine settimana, con la partecipazione di alcuni associati.

Grande successo, anche mediatico, hanno invece raccolto le tre giornate “Sai di riso?”. Questi i tre collegamenti in diretta webinar con gli associati delle porte della Strada del riso vercellese:

  • Primo appuntamento: La Strada a ovest (28 novembre con AcquaverdeRiso, Cascina Oschiena di Crova, Associazione Irrigua Ovest Sesia e chef Davide Posillipo dell’Osteria della Mal’Ora di Tronzano).
  • Secondo appuntamento: La Strada a nord (5 dicembre con AcquaverdeRiso, Consorzio di Tutela della DOP di Baraggia, Castello di Buronzo con il professore e guida Gabriele Ardizio, Armonie in Corte con il progetto E-Bike in Baraggia e la guida turistica Giulia Varetti).
  • Terzo appuntamento: La Strada a sud (12 dicembre con AcquaverdeRiso, Parco del Po vercellese-alessandrino, oggi Parco del Po Piemontese, Mulino San Giovanni di Fontanetto Po e l’azienda agricola Scagliotti di Fontanetto Po).

La media è stata di circa 250 persone collegate. Grande successo, quindi, coinvolgendo anche gli studenti delle scuole associate (Istituto Agrario e Istituto Cavour di Vercelli, Ciofs, Istituto Sacro Cuore e Alberghiero di Trino).

Nel 2021, al centro gli associati

Non basta infatti conoscere un territorio, occorre saperlo comunicare al meglio. Da qui il progetto degli associati Donatello Lorenzo, rice-photographer, e Cristian Sosso, che aiuteranno gli interessati a rinnovare o creare un’immagine coordinata della propria attività con servizi fotografici e video promozionali. Sarà potenziata l’attività on line, con 8 publiredazionali su www.risoitaliano.eu e www.risotto.us.

L’attività all’estero, questa volta, sarà in Svezia a Göteborg al Ristorante Sjömagasinet dello Chef Stellato Ulf Wagner (pubblico di critici, buyers e stampa). Il progetto educational viene riproposto e coinvolgerà le guide turistiche piemontesi (format peer to peer) oltre al consueto incoming per gli addetti stampa.

A breve si conosceranno gli esiti di un altro Bando Regionale dedicato al Terzo Settore. La Strada ha presentato un progetto centrato su ambiente (che comprende Progetto Dedalo di ASL), agricoltura sostenibile ed educazione ambientale (per 600 studenti). Il progetto è sostenuto dai Comuni di Trino e Crescentino, Ascom, Parco del Po Piemontese e istituti Ciofs e Sacro Cuore di Vercelli.

Attenta alla formazione dei giovani, la Strada parteciperà come partner al progetto dei musei cittadini “Forma Mentis” dedicato ai giovani volontari del Servizio Civile Universale.

Tanti protagonisti

Con considerazioni, idee e apprezzamenti, sono intervenuti in conclusione gli associati:

  • Natalia Bobba, presidente di Donne & Riso, associazione che ha appena festeggiato i 40 anni di attività;
  • Angelo Santarella, rappresentante di Camera di Commercio Vc-Bi-Vco e di Ascom;
  • Dino Assietti, presidente del Consorzio di Bonifica della Baraggia, che ha appena compiuto 70 festeggiati con la pubblicazione del libro fotografico di Donatello Lorenzo e Valentina Masotti;
  • Matteo Musso vice-presidente del Consorzio di Tutela del Riso DOP di Baraggia Biellese e Vercellese;
  • Daniele Pane, sindaco di Trino;
  • Giacomo Vigino della Società Agricola Drusiana;
  • Maurizio Tabacchi dell’azienda Ideariso;
  • Maria Teresa Bergoglio del Parco del Po Piemontese;
  • Alberto Ferraris di Riceweek Live;
  • Giulia Varetti, guida turistica di Ricexperience.

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.