IL RISO AL TELEFONO

Non è un risotto, ma con il suo formaggio filante il riso al telefono è un successo
La ricetta del riso al telefono
La ricetta del riso al telefono

Tecnicamente non è un risotto, ma farà impazzire grandi e piccoli in questi ultimi giorni di vacanza prima dell’inizio della scuola: è il riso al telefono. Troviamo lo stesso nome in alcuni tipi di supplì. Entrambe le preparazioni sono caratterizzate da formaggio filante, solitamente scamorza o mozzarella, che sciogliendosi crea dei fili che ricordano quelli delle vecchie cornette del telefono. Ecco da dove arriva il nome. Il riso al telefono non è un risotto, poiché si tratta di un riso bollito, arricchito da altri ingredienti: oltre al formaggio filante, si aggungono solitamente uova, un salume tagliato a cubetti e, se si vuole la versione rossa, salsa di pomodoro. E se ne avanza? Il riso, così condito, è perfetto per la preparazione di frittelle di riso, arancini e supplì.

Come preparare il riso al telefono

Ingredienti per 4 persone:

320 g di riso Roma

150 g di prosciutto cotto o salame

200 g di scamorza o mozzarella fresca

2 uova

salsa di pomodoro qb (se piace)

latte qb

parmigiano grattugiato, sale e pepe qb

Sbattiamo in una ciotola le uova con un goccio di latte e il parmigiano grattugiato e aggiungiamo sale e pepe a piacere. La base del riso al telefono è il riso bollito, quindi intanto lessiamo il riso in abbondante acqua salata e scoliamolo quando è al dente, prima della fine della cottura. Mettiamo il riso bollito in una padella, aggiungiamo il composto di uova e il formaggio (scamorza o mozzarella o altro formaggio filante). Aggiungiamo anche il prosciutto cotto o il salame tagliato a cubetti e mescoliamo. Se amiamo la versione rossa, aggiungiamo a questo punto anche qualche cucchiaio di salsa di pomodoro: quanta più ne aggiungeremo, tanto più sarà colorato e saporito il nostro piatto. Scaldiamo il riso a fiamma non troppo vivace fino a quando il formaggio non si sarà sciolto diventando filante. Serviamo ben caldo e buon appetito! Autore: Giulia Varetti

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI