L’ANIMA AGROTECH DI RISO DI NORI

Riso di Nori valorizza la tradizione risicola ed agricola ma adottando tecnologie avanzate e processi produttivi sostenibili
Riso di Nori
Riso di Nori

Situata nel cuore di Collobiano (VC), l’azienda risicola Riso di Nori della famiglia Bertolone si distingue per la valorizzazione territoriale adottando processi produttivi sostenibili e le migliori tecnologie avanzate.

In difesa della biodiversità si persegue un modello di business volto all’eccellenza del prodotto e all’amore per il patrimonio storico puntando sulla verticalizzazione della filiera, senza mai dimenticare l’importanza di una rete relazionale con cui condividere una reciproca stima professionale.

Difatti, l’azienda è sempre interessata a partecipare ad attività di ricerca sperimentale o ad iniziative che possano coniugare il piacere del gusto con il potenziale curativo dell’alimentazione.

La storia di Nori

Nori (ovvero Eleonora Bertolone), dopo una laurea in Economia Aziendale all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, decide di continuare la tradizione di famiglia prendendo le redini dell’azienda. Oggi è coltivatrice, moglie di Stefano- responsabile commerciale di Riso di Nori- e mamma di Caterina e Nicolamaria.

Il lavoro nelle sue risaie e la possibilità di ritornare a “mettere le mani nella terra”, secondo l’insegnamento del nonno, valorizzano ogni minuto trascorso a contatto con la natura.« Il momento più bello- scrive Nori nella presentazione del sito- è quando siamo tutti insieme e gustiamo il mio riso perché la felicità si assapora anche a tavola».

Riso di Nori tra tradizione e modernità

Riso di Nori utilizza macchinari all’avanguardia, silos per lo stoccaggio ed essicatoi di ultima generazione a ridotto impatto ambientale. Ma la modernità si coniuga con la tradizione: nell’azienda infatti si effettua ancora la monda a mano.

Nori garantisce la massima qualità e la totale tracciabilità seguendo tutta la filiera produttiva, dal seme al prodotto finito impiegando solo sementi certificate. Ad esempio, per la produzione del riso Rosa Marchetti ha l’esclusiva della semente che certifica l’autentica varietà, concessa direttamente dalla famiglia Domenico Marchetti.

E per le varietà di proprietà, Violet Nori ed Orange Nori, vengono adottati gli stessi standard seguiti per la produzione di semente certificata.

Semina a file interrate in asciutta e lavorazione del riso di Nori

La semina a file interrate in asciutta permette, mantenendo una distanza prestabilita, un miglior sviluppo dell’apparato radicale e quindi conseguentemente una maggiore ventilazione delle piante. Due aspetti che influiscono sulla salute della pianta e, pertanto, di ogni chicco.

Come si lavora il terreno? Nori ha scelto una mietitrebbia caratterizzata da un sistema ibrido di battitori e rotori che, essendo dotato di una barra di taglio con lama a lunghezza regolabile, permette un ottimo risultato nel taglio delle varietà tradizionali caratterizzate dalla taglia elevata.

Per l’essiccazione si ricorre ad impianti a gas con recupero di calore mirato a ridurre al minimo lo stress per i chicchi. Nei tre mesi necessari per la stabilizzazione dell’amido, il riso viene conservato al fresco nei silos.

Per la sbiancatura del riso si effettua la lavorazione con pietra in modo da minimizzare gli impatti di calore e dunque mantenere intatte le caratteristiche proprietà organolettiche.

I prodotti Riso di Nori

Il ventaglio di proposte firmate Riso di Nori è molto vario, dai risi alle farine, dal dolce alla birra.

Risi di Nori

I risi prodotti sono di grande qualità:

  • L’originale Rosa Marchetti: storica varietà di riso, Riso di Nori la riporta in tavola- su concessione della famiglia Marchetti- garantendone la tracciabilità. Con una cottura di 14 minuti, è ideale per minestre, zuppe e risotti speciali;
  • Riso Razza 77 di Riso di Nori: varietà di riso superfino, viene nuovamente coltivata (dopo la storica cancellazione dal Registro Nazionale delle Varietà nel 1978 per la scarsa redditività) sia come eredità del nonno di Nori sia per ritrovare le origini della tradizione culinaria nella vasta biodiversità della risicoltura italiana. Il rilascio dell’amido lo rende perfetto per risotti con il pesce o per dare cremosità ai piatti. E’ consigliato tostarlo bene all’inizio in modo da conferirgli maggiore tenuta in cottura;
  • Riso Carnaroli Semilavorato: la materia prima per un buon risotto da chef! Ottenuto esclusivamente da seme certificato varietà Carnaroli, si caratterizza per un chicco più grande ed una maggiore densità per una migliore cottura. In virtù dell’equilibrio degli amidi, i chicchi rendono cremoso il risotto e sprigionano il peculiare sapore. Inoltre, per una durevole conservazione delle proprietà organolettiche, il Carnaroli di Riso di Nori viene confezionato con azoto;
  • Riso Baldo: ritornato alla ribalta per la sua resistenza in cottura e l’ottima capacità di assorbimento dei condimenti, cuoce in 16 minuti. E’ consigliato per la preparazione di risotti classici, ma anche per minestre, paella o squisiti timballi.

Le esclusività di Nori

Due grandi esclusività prodotte da Riso di Nori:

  • Riso Violet a cottura veloce: è una varietà autoctona di riso viola integrale aromatico italiano. La coltivazione, la sbramatura, la parboilizzazione e il confezionamento vengono realizzati a pochi km a nord di Vercelli (Collobiano e Quinto Vercellese) valorizzando la vocazione territoriale di un prodotto innovativo. I chicchi, lisci, viola (per la presenza dei pigmenti o antociani) e dal caratteristico aroma, sono ideali come contorno di piatti di pesce o carne, insalate di riso, risotti speciali o pilaf per dare un tocco di colore alle portate. Per apprezzarne il gusto pieno, potrebbe essere gustato semplicemente bollito e condito con un filo d’olio extra vergine d’oliva. Cuoce in 17 minuti, a differenza del Riso Violet (40 minuti);
  • Riso Orange a cottura veloce: cuoce in 16 minuti rispetto al Riso Orange ed è perfetto per mantenere un regime alimentare sano ed equilibrato. E’ coltivato nella riseria aziendale tra i comuni di Quinto Vercellese e Collobiano e lavorato a pochi km dalla cascina. Per la gustosa consistenza integrale, il pregevole aroma e il brillante colore, si presta a varie preparazioni culinarie: primi piatti, insalate con verdure o come contorno di carne e pesce.

Riso di Nori da bere

Riso di Nori ha pensato anche alla produzione di bevande alcoliche ottenute con la fermentazione del riso:

  • Birra Violet, prodotta con il Riso Violet Riso di Nori senza uso di conservanti ed additivi, è una birra artigianale ad alta fermentazione. Non è pastorizzata ed è’ rifermentata in bottiglia. Per un piacevole bouquet di sapori, si consiglia di consumarla fredda (a 10 C°);
  • Violet Royale: dal gusto deciso e fruttato, nasce dall’unione del luppolo del birrificio Sant’Andrea e dalle inconfondibili dolci note dell’essenza di Riso Violet, che conferisce l’intenso colore rosso. Da gustare fredda, è perfetta in abbinamento a formaggi saporiti o per un aperitivo in buona compagnia.

Farine e dolce Riso di Nori

Per la preparazione di colorati piatti, dolci o salati, Riso di Nori produce:

  • Farina di Riso Integrale Violet, macinata a pietra e gluten free, può essere usata pura o in miscela. I pigmenti naturali, contenuti nella buccia integrale del riso Violet, le conferiscono un vivace colore. Perfetta per biscotti, gnocchi, tagliatelle, pizze e crostate o come miscela per la pasta frolla o per la pasta sfoglia;
  • Farina di Riso Integrale Orange: ottenuta dalla macinazione a pietra del riso Orange, può essere usata come miscela o pura nella preparazione di ricette salate e dolci;
  • Gocce di Violet: senza grassi, coloranti o aromi aggiunti e gluten free, ideale per una pausa deliziosa. L’essenza spalmabile di riso Violet è una valida alternativa a zucchero e miele per preparare creme, da abbinare a formaggi stagionati, dolcificare tè o tisane o spalmare su pane e fette biscottate o nella preparazione di cocktail per un tocco di gusto e colore. Il bouquet di sapori è conferito dalle sfaccettature aromatiche dell’ingrediente principale: il riso Violet. Autore: Marialuisa La Pietra
Categorie
News



oppure


ARTICOLI CORRELATI