PORTOTTO

Un delizioso risotto con Toma Valsesia, riduzione di Porto ed uva marinata
Risotto con Toma, riduzione di Porto ed uva marinata
Risotto con Toma, riduzione di Porto ed uva marinata

L’abbinamento formaggio-vino, si sa, è sempre vincente. Immaginate di usare questi 2 ingredienti in un primo piatto, di combinarli equilibrando sapidità e acidità ed otterrete un primo da leccarsi i baffi: ecco il risotto con Toma Valsesia, riduzione di Porto ed uva marinata, ideato e preparato dall’appassionata di food Prisca Motteran.

A livello cromatico spicca il rosso rubino sulla candida tela costituita dai chicchi di riso ben amalgamati. Ottimo come proposta per un pranzo con gli amici o una cena romantica, è un primo originale e creativo che regalerà al palato uno straordinario tripudio di bontà e gusto.

Come fare il risotto con Toma Valsesia, riduzione di Porto ed uva marinata

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

250 g di riso Carnaroli

Brodo vegetale q.b.

300 g di Toma Valsesia a cubetti

1 bicchiere di Porto

10 acini di uva rosé

Scalogno, olio EVO e burro q.b.

Prepariamo prima di tutto il brodo vegetale e manteniamolo ben caldo. In una padella antiaderente facciamo soffriggere lo scalogno con l’olio EVO. Ci versiamo il riso, lo tostiamo per un paio di minuti e poi lo portiamo in cottura incorporandoci poco alla volta il brodo caldo.

Mentre il riso cuoce, in un pentolino facciamo ridurre il vino Porto con gli acini di uva tagliati a metà finché non si otterrà una consistenza sciroppata.

A chicco al dente, fuori dal fuoco, mantechiamo con burro e Toma Valsesia. Lasciamo riposare il risotto per qualche istante e poi impiattiamo ponendo il riso di base e a seguire la riduzione di Porto e l’uva marinata. Serviamo e buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI