RISOTTANDO IL CASTELMAGNO CON CURTI

Un cremoso e sfizioso risotto sfumato con Lambrusco e mantecato con Castelmagno
Risotto con Lambrusco e Castelmagno_Carnaroli Curtiriso
Risotto con Lambrusco e Castelmagno_Carnaroli Curtiriso

Ultime giornate di freddo in attesa dell’arrivo della primavera e allora approfittiamone per prepararci un buon risotto. Il suggerimento di oggi? Sfumatelo con il Lambrusco e mantecatelo con il Castelmagno, questi infatti sono i due ingredienti protagonisti della portata che vi proponiamo secondo la ricetta di Roberta Spimpolo, nota sui social con il profilo Vaniglia e Rosmarino.

Per la realizzazione è stato scelto il  Carnaroli Curtiriso e come tocco finale è stata creata una cialda di Parmigiano Reggiano grattugiato così da rendere il piatto ben sapido e consentire il gioco di contrasto delle consistenze tra la cremosità del risotto e la croccantezza della cialda. Non ci resta allora che raccontarvi dettagliatamente come farlo. Allacciate i grembiuli e cucinate con noi!

Come fare il risotto con Lambrusco e Castelmagno usando Carnaroli Curtiriso

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 g di riso Carnaroli Curtiriso

2 bicchieri di Lambrusco di Sorbara secco

70 g di Castelmagno e un altro pochino per decorare

2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

20 g di burro

½ cipolla

Olio EVO, sale e pepe q.b.

1 lt di brodo vegetale

Prepariamo il brodo e manteniamolo ben caldo. Intanto in una casseruola versiamo il vino e portiamolo ad ebollizione facendolo ridurre della metà (ci vorranno all’incirca una ventina di minuti).
In un’altra casseruola facciamo scaldare un filo di olio e soffriggiamoci la cipolla tritata, bagnandola con un poco di brodo per evitare che bruci. Uniamoci il riso e tostiamolo per 2 minuti, quindi proseguiamo la cottura mescolando e bagnando col brodo. 5 minuti prima della fine della cottura ci aggiungiamo la riduzione del vino. Quando sarà all’onda e il riso sarà cotto ma al dente, mantechiamo col burro, il Parmigiano e il Castelmagno sbriciolato, che avrà modo di sciogliersi, un po’ di pepe e regoliamo di sale. Impiattiamo nei singoli piatti, cospargiamo la superficie del risotto con altro Castelmagno e decoriamo a piacere (come, ad esempio, con delle cialde croccanti e dei rametti di rosmarino). Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI