RISOTTANDO MANDARINO E COZZE CON CURTI

Sullo sfondo l’albero e gli addobbi natalizi, sulla tavola un bel risotto al mandarino con cozze, calamari e crema di carciofi: ecco come si presenta l’ultima creazione del food blogger Simone D’Aniello, che ha scelto i chicchi di Curtiriso come ingrediente di prima scelta per la realizzazione del piatto.

Un primo che coniuga la sapidità dei frutti di mare con il gusto dolce-amaro dell’ortaggio. Un tocco di freschezza e profumo al piatto è poi dato dal mandarino, uno dei frutti stagionali più amati per il suo particolare aroma.  Curiosi di sapere come ottenere questo mix equilibrato? Allacciate i grembiuli, andiamo in cucina!

Come fare il risotto al mandarino con cozze, calamari e crema di carciofi con Carnaroli Curtiriso

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 gr di Carnaroli Curtiriso

500 ml di succo di mandarino

2 scalogni

100 gr di burro

Per il brodo leggero

2 litri e mezzo di acqua

2 carote

1 cipolla

2 gambi di sedano

Sale q.b.

Per le cozze e calamari

5 calamari medi

2 kg di cozze

Prezzemolo q.b.

3 spicchi aglio

2 pomodori secchi

Sale e peperoncino q.b.

Per la crema di carciofi

5 carciofi

2 scalogni

Sale e pepe q.b

2 spicchi di aglio

Acqua e olio EVO q.b.

2 limoni

Procedimento

Prepariamo il brodo portando a bollore l’acqua con le verdure. Saliamo e lasciamo cuocere per 30/40 minuti, poi filtriamolo e manteniamolo bollente.

Passiamo alla crema. Puliamo i carciofi conservando solo il cuore (togliamo quindi petali e gambo) e man mano li mettiamo in un recipiente ripieno di acqua e limone. Tagliamo lo scalogno a strisce sottili e facciamolo appassire in padella con l’olio. Uniamoci i carciofi, tagliati sottilmente, e facciamo cuocere per 10 minuti aggiungendoci un mestolo di brodo. Regoliamo di sale e pepe e frulliamo fino ad ottenere una crema liscia.

Puliamo i calamari sotto l’acqua corrente. Stacchiamone la testa, eliminiamone le interiora e teniamo i tentacoli (eliminando il dente al centro). Laviamo tutto per bene e tagliamo a strisce di un centimetro circa formando tanti anelli.

Laviamo le cozze eliminando la barba esterna e pulendo il guscio da tutte le impurità aiutandoci con una spugna ruvida. Mettiamo in padella a fuoco vivo, mescoliamo spesso e togliamole dal fuoco ad una ad una man man che si apriranno.

Una volta aperte, spegniamo e conserviamo l’acqua ottenuta passandola con un colino a maglie strette. Togliamo il frutto da ogni cozza tenendo qualche cozza intera per la decorazione finale e lasciamo da parte.

Le ultime fasi

A questo punto prendiamo una padella capiente, facciamo rosolare l’aglio, il prezzemolo, il peperoncino e il pomodoro secco tritati molto finemente in abbondante olio d’oliva. Appena iniziano a cambiare colore aggiungiamo i calamari e lasciamo cuocere per 5 minuti, incorporiamo le cozze e lasciamo insaporire altri 5 minuti aggiungendo un mestolo di brodo. Saliamo leggermente, spegniamo e trasferiamo in un recipiente.

Passiamo al riso. Nella stessa padella dei calamari facciamo appassire lo scalogno tritato, versiamoci il Carnaroli e tostiamolo per un paio di minuti. Portiamolo in cottura incorporandoci poco per volta il brodo caldo. A metà cottura ci versiamo il succo di mandarino e appena si sarà assorbito ci aggiungiamo i calamari.

A chicco al dente, fuori dal fuoco, mantechiamo energicamente con il burro freddo. Lasciamo riposare il risotto per un paio di minuti. Serviamo ultimando ogni portata con la crema di carciofi e buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

 

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.