RISOTTO TARDIVO, MA DI STAGIONE!

Con il radicchio tardivo, il risotto della nutrizionista è di stagione e fa bene!
Risotto al radicchio tardivo e granella di noci
Risotto al radicchio tardivo e granella di noci

Fa particolarmente freddo in questi giorni e il cibo può venirci in aiuto: abbiamo quindi chiesto alla biologa nutrizionista Elettra Martelli qualche suggerimento a tema “risotto di stagione”, per esempio con il radicchio tardivo.

“Il clima particolarmente freddo del mese di gennaio può scatenare picchi di fame, specie in chi fa lavori manuali e all’aperto” ci ha confermato la dott.ssa Martelli “ma quest’anno, per via della pandemia e dello stress a cui siamo sottoposti da mesi, anche chi lavora da casa può avvertire un aumento del senso di fame. In ogni caso, avere freddo fa bruciare più calorie e per placare il senso di fame, è bene fare pasti caldi e regolari, non troppo impegnativi per la digestione. In questo modo si avrà una fonte di energia adeguata a sostenere gli impegni della giornata. I carboidrati sono perfetti per il pranzo, abbinati a verdure di stagione e proteine di alta qualità”.

Per ottenere un piatto bilanciato, nutriente e gustoso, la dott.ssa Martelli ci consiglia il radicchio tardivo, ricco di minerali e (grazie all’elevata percentuale di acqua) poco calorico, per cui perfetto per saziare senza appesantire. La preparazione del risotto può essere arricchita dal brodo di pollo, anche speziato, che aiuta a sostenere naturalmente il sistema immunitario. L’aggiunta di noci e frutta secca non salata, ricca di sali minerali, oltre che di acidi grassi, rende più energetico un pasto semplice quale il risotto con radicchio. L’aggiunta di un pizzico di sale iodato, per insaporire, supporta la funzionalità tiroidea, fondamentale per la regolazione dell’energia e della temperatura corporea.

Come preparare il risotto al radicchio e noci con brodo di pollo

Ingredienti per 4 persone:

Per il brodo di pollo

1,5 l di brodo di pollo

1/2 pollo intero o a pezzi

una cipolla

1 o 2 teste d’aglio

una costa di sedano

qualche foglia di biete o pakchoi

qualche cm di radice di zenzero fresca

1 carota

Per il risotto

320 g di riso Carnaroli (se volete un effetto più cremoso scegliete il Baldo)

1 scalogno

un cespo di radicchio tardivo (forma allungata)

1 bicchiere di vino bianco

sale iodato qb

parmigiano qb

granella di noci a piacere

Tostiamo il riso a secco in una padella antiaderente, senza nessun condimento. Sfumiamo con un bicchiere di vino bianco e lasciamo evaporare la parte alcoolica. Intanto tritiamo finemente il radicchio tardivo insieme allo scalogno e aggiungiamolo al riso. Portiamo a cottura il riso e la verdura bagnando regolarmente con il brodo di pollo precedentemente preparato (pollo e verdure in cottura per almeno un’ora), filtrato e tenuto bollente. Usiamo un pizzico di sale iodato per insaporire il risotto. Quando il riso è al dente, mantechiamo con il parmigiano, lasciamo riposare qualche minuto con il coperchio e impiattiamo decorando con granella di noci. Buono, sano e di stagione! Autore: Giulia Varetti

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI