RISOTTANDO ALLA MILANESE CON CURTI PER LE PALME

In occasione della domenica delle Palme proponete per pranzo uno dei piatti tipici della tradizione gastronomica meneghina
Risotto allo zafferano con ossobuco_Carnaroli Curtiriso
Risotto allo zafferano con ossobuco_Carnaroli Curtiriso

Eccoci arrivati alla domenica delle Palme, una festa che anche quest’anno, a causa dell’emergenza pandemica, non potrà essere celebrata con amici e parenti come si verrebbe. Noi ci consoliamo con il cibo e perciò per pranzo vi proponiamo uno dei piatti tipici della tradizione gastronomica milanese: il risotto allo zafferano con ossobuco (noto come risotto alla milanese), preparato questa volta con Carnaroli Curtiriso dall’ appassionata di food Manuela Vanni,

Vediamo subito allora, passo passo, come prepararlo. Allacciate i grembiuli e cucinate con noi!

Come fare il risotto alla milanese usando Carnaroli Curtiriso

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 g di riso Carnaroli Curtiriso

1 cucchiaio di zafferano in pistilli

125 g di burro

1 cipolla

80 g di Grana Padano DOP

40 g di vino bianco

Acqua q.b.

1 lt di Brodo vegetale

Sale fino q.b.

Per il condimento

200 g di ossobuco di vitello

1 cipolla media

1 carota

50 g di farina

Scorza di limone q.b.

1 costa di sedano

1 lt di brodo di carne

50 g di burro

1 bicchiere di vino rosso

Olio EVO q,b.

Sale e pepe nero q.b

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio di aglio

Dopo aver lavato ed asciugato la carne, tagliamo con le forbici in alcuni punti la pellicina nervosa esterna degli ossibuchi in modo che durante la cottura non si arriccino. Quindi infariniamoli da entrambi i lati.

Versiamo l’ olio extravergine di oliva nella padella e prepariamo un soffritto con della cipolla tritata, lasciandola appassire per un paio di minuti. Uniamoci gli ossibuchi infarinati e facciamoli colorire da entrambi i lati mantenendo la fiamma medio bassa.

Sfumiamo con del vino rosso e successivamente aggiungiamo un bicchiere di brodo. Uniamoci anche il sedano e la carota tritati. Copriamo la padella con un coperchio e lasciamo cuocere per 35 minuti. Togliamo il coperchio, aggiungiamoci la scorza di limone grattugiata, il burro  e il prezzemolo tritato. Regoliamo di sale e pepe e facciamo cuocere il tutto per altri 10 minuti.

Prendiamo il fondo di cottura ed emulsioniamolo creando una salsina, che poi servirà per il risotto allo zafferano.

Passiamo al riso. Lo facciamo tostare con la cipolla per un paio di minuti, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno, così da rendere uniforme la tostatura.

Sfumiamolo con il vino bianco lasciando evaporare l’alcol e portiamolo in cottura incorporandoci poco per volta il brodo caldo, che avremo già intanto preparato e mantenuto ben caldo. Arrivati a metà cottura uniamoci lo zafferano in pistilli, precedentemente messi  in infusione. Terminata la cottura, dopo circa 15 minuti, togliamo il tegame dal fuoco e aggiungiamo 10 gr di burro e il Parmigiano, il fondo di cottura dell’osso buco e mantechiamo. Lasciamo riposare per almeno 2 minuti, coprendo il tegame con il coperchio, in modo da farlo insaporire. Serviamo il risotto allo zafferano con l’ossobuco ben caldo . Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Impiattamento risotto alla milanese_Carnaroli Curtiriso

Impiattamento risotto alla milanese_Carnaroli Curtiriso

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine FacebookInstagram, Twitter, Linkedin Pinterest.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI