RISOTTO ALLA CARBONARA IN CASA GASTINI

La carbonara è uno dei piatti della tradizione gastronomica romana più famosi in tutto il mondo, come l’amatriciana o la cacio e pepe. Generalmente per prepararla si usa la pasta ma noi abbiamo visto in diverse occasioni quanto il risultato sia altrettanto straordinario con il riso. Anche il professore e risottaro Alessandro Gastini infatti ha preferito realizzarla con il Carnaroli ed ecco un ottimo risotto alla carbonara!

Già al solo aspetto è irresistibile e il sapore lo confermerà! Risulta sapida al punto giusto in quanto guanciale e pecorino sono ben dosati. Il tuorlo posto al centro del piatto conferisce un tocco gourmet eccezionale. Che altro aggiungere se non invitarvi a seguire questi consigli se volete deliziare il palato con poco?

Come preparare un buon risotto alla carbonara

Per la preparazione di 4 piatti occorrono:

320 gr di riso Carnaroli

1 scalogno

4 tuorli d’uovo

6 fette di guanciale

120 gr di pecorino romano

1 bicchiere di vino bianco

Brodo vegetale q.b.

Burro, sale e pepe q.b.

Tagliamo il guanciale a dadini e facciamolo sudare in padella finché non risulterà bello croccante.

Intanto tritiamo lo scalogno e facciamolo soffriggere in padella con un filo di olio EVO. Appena risulta dorato, ci uniamo il riso e lo tostiamo per 3 minuti. Lo sfumiamo con il vino bianco lasciando evaporare la parte alcolica e a seguire lo portiamo in cottura con il brodo vegetale (già preparato e tenuto ben caldo).

Mentre il riso cuoce, dedichiamoci alla cremina: sbattiamo con una frusta tuorli, pecorino romano e Parmigiano Reggiano fino ad ottenere una consistenza cremosa.

A chicco al dente, fuori dal fuoco, mantechiamo con burro e la cremina d’uovo. Ultimiamo il piatto con il guanciale croccante e serviamo. Buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.