IL RISOTTO TRA CUCINA E PAESAGGI

Quando la creatività incontra la tradizione nascono capolavori gourmet, come questo risotto con funghi porcini, tartufo, patate e provola, preparato da Enza Montingelli
Risotto con funghi porcini, tartufo, patate e provola
Risotto con funghi porcini, tartufo, patate e provola

La fiamma si è accesa in età adolescenziale, è una passione per i fornelli che si è consolidata negli anni e continua a crescere giorno dopo giorno. Si chiama Enza Montingelli, è appassionata di food e su Instagram è nota con la sua pagina Cucina e paesaggi, dove pubblica e condivide creazioni come la proposta di oggi: risotto con funghi porcini, tartufo, patate e provola.

La sua filosofia? Cucinare rappresenta il suo modo di sperimentare nuovi sapori, cercare nuove esperienze gourmet combinando gli ingredienti di varie regioni o culture. La cucina rappresenta per Enza il suo viaggio nei ricordi del passato tra profumi e sapori di un tempo, quelli delle ricette di nonne e bisnonne, quelli dell’antica tradizione.

Come preparare il risotto con funghi porcini, tartufo, patate e provola

Per la realizzazione di 4 piatti occorrono:

320 gr di riso Carnaroli

300 gr di funghi porcini

1-2 tartufi neri di media grandezza

100 gr di provola

150 gr di patate

Olio extravergine d’oliva e vino bianco q.b.

1 lt di brodo vegetale

Scalogno e prezzemolo q.b.

Cestini di parmigiano reggiano q.b.

Rosoliamo i funghi (mondati e tagliati) con un filo di olio. Saliamoli e mettiamoli da parte.

Intanto in una padella facciamo appassire lo scalogno, tritato finemente, con un filo di olio. Uniamoci le patate e lasciamole insaporire. Versiamoci il riso, tostiamolo per un paio di minuti e sfumiamolo con il vino lasciando evaporare la parte alcolica. Portiamolo in cottura aggiungendoci poco alla volta mestoli di brodo vegetale che avremo precedentemente preparato e tenuto caldo.

A pochi minuti dal termine della cottura incorporiamoci i funghi. Fuori dal fuoco e a chicco al dente, mantechiamo con la provola tagliata a tocchetti, il tartufo grattugiato e il prezzemolo tritato. Regoliamo di sale e mescoliamo bene. Lasciamo riposare il risotto e intanto prepariamo i cestini di parmigiano. Per realizzarli il procedimento è molto semplice: scaldiamo il parmigiano grattugiato in padella con fiamma bassa. Appena sciolto si formerà una cialda, rovesciamola sul dorso di un piatto fondo o di una tazza ed ecco che prenderà la forma del cestino!

Impiattiamo il risotto nel cestino e ultimiamolo con scaglie di tartufo. Serviamo e buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram e Linkedin.

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI