RISOTTANDO TRIGLIA E SPINACINO CON BATTIVACCO

Una ricetta facile e veloce, light ma gustosa: risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino, preparato con Carnaroli Classico Battivacco
Risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino_Carnaroli Classico Battivacco
Risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino_Carnaroli Classico Battivacco

Dopo le feste ci vuole un periodo “detox”. Proviamo allora a portare in tavola primi piatti light senza tuttavia dover rinunciare al gusto, proprio come la proposta di Donata Bortolotti: risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino. Per assicurarsi un ottimo piatto la personal chef ha scelto il Carnaroli Classico della Cascina Battivacco, il chicco perfetto per un risotto da re!

Il risultato finale è strepitoso tanto nei colori quanto per sapori: il verde dello spinacino costituisce la base su cui spicca l’arancione delle triglie con un favoloso profumo di timo limone. I semi di papavero e lino aggiungono infine una nota di croccantezza e di tono.

Come preparare il risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino usando Carnaroli Battivacco

Per la preparazione di 4 portate occorrono:

320 gr di riso Carnaroli Classico della Cascina Battivacco

4 triglie di scoglio fresche

600 gr di spinacino fresco

6-7 rametti freschi di timo limone

½ bicchiere di vino bianco secco

Sale, olio, aglio e pepe q.b.

1 lt di brodo vegetale

Olio di arachidi per friggere q.b.

Puliamo e laviamo lo spinacino fresco. teniamone qualche foglia da parte per la decorazione, il resto lo soffriggiamo in poco olio aromatizzato all’aglio. Appena pronto frulliamolo con un filo d’olio fino ad ottenere una consistenza cremosa. Regoliamo di sale e pepe e mettiamolo da parte.

Laviamo le triglie, puliamole e sfilettiamole con cura. Degli 8 filetti ricavati 4 li lasciamo per guarnire ( questi li tagliuzziamo e soffriggiamo con olio, aglio e timo limone) e gli altri 4 li friggiamo in olio di arachidi dopo averli leggermente infarinati.

Passiamo al riso. Tostiamolo per un paio di minuti, sfumiamolo con il vino bianco lasciando evaporare l’alcool e poi portiamolo in cottura aggiungendoci poco per volta mestoli di brodo caldo (preparato precedentemente).

A cottura ultimata, fuori dal fuoco, mantechiamo con la crema di spinacino e il ragù di triglia. Amalgamiamo e lasciamo riposare il risotto. Impiattiamo ogni portata ultimandola con una spolverata di semi di lino e papavero, un filetto fritto di triglia, un filo di olio e qualche fogliolina di spinacino. Serviamo e buon appetito! Autore: Marialuisa La Pietra

Impiattamento risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino_Carnaroli Classico Battivacco

Impiattamento risotto in crema di spinacino con triglie di scoglio al timo limone, semi di papavero e lino_Carnaroli Classico Battivacco

Risottando con… è una campagna promossa da Risotto.us per far incontrare chef e blogger con le cascine che producono e vendono riso (contatto direzione@risotto.us)

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram e Linkedin

Categorie
News
Ricerca ricette



ARTICOLI CORRELATI